Stupro etnico e rimozione di genere

Nei giorni 4,5,6 novembre si è tenuta la tradizionale Rassegna della Microeditoria, presso Chiari (BS).

Durante la manifestazione, dedicata interamente ai libri e alla letteratura, si sono assegnati i vari premi riservati ai titoli più meritevoli nelle varie categorie. Oltre ai premi dei singoli libri sono stati assegnati i Marchi Microeditoria di Qualità per il 2016, riservati ai titoli che più si sono distinti per tematiche trattate, qualità dei materiali e lavorazione grafica. Tra questi rientra anche Stupro etnico e rimozione di genere. Le vittime invisibili di Simona Meriano, cui vanno i nostri complimenti.

I libri in concorso nelle varie categorie erano 92, mentre 800 sono state le schede di valutazione compilate. Il concorso «Microeditoria di qualità» è promosso dall’associazione culturale «L’Impronta» e dal sistema bibliotecario Sud Ovest Bresciano, con l’obiettivo di aiutare i lettori ad individuare i migliori prodotti delle piccole e medie case editrici italiane. I vincitori sono stati scelti da una giuria mista, composta dagli utenti delle biblioteche e da una giuria formata da esperti.

Vai alla scheda del libro »»»