Il banco sopra la cattedra di Luigi Polito

Angela
Incredibilmente realista..e profondamente sognatore.Il racconto di una quotidianità vera o meglio di una verità quotidiana che spesso fa paura, che non vogliamo riconoscere, che non vogliamo affrontare, abituati a chiudere gli occhi e a far finta di niente. Una realtà perfettamente incrociata con sogni e speranze, con la voce di chi ci crede ancora in un cambiamento. Perchè leggerlo? Perchè con la sua disarmante semplicità ci permette di sorridere, di conoscere e di aprire gli occhi su questa realtà; lo scrittore si racconta, ci racconta, ma non si ferma, offre un'alternativa. Critica ma non si lamenta, propone fatti e non solo parole. 

Francesco La Ragione 
Mi spiace tantissimo non poterci essere e soprattutto non poter partecipare ad un incontro che mi risveglia profondi sentimenti e ansie per l'oggi ed il domani.Il rapporto tra banco e cattedra è in fondo rapporto tra sapere (diritto al sapere) e il potere di chi prima credeva di de-tenerlo e oggi per sopravvivere ...

Marzia Cozzolino D'Isanto 
Nient a fa...Il prof è un mito!! Grandeeeeeeeeeeeee

Valentina Van Der Rohe 
Il prof. è stato il mio professore all'esame di stato ed ho subito capito che è una gran bella persona. Sarei molto curiosa di leggere il suo libro, come posso procurarmelo?? Mi sono trasferita a Londra...

Nunzia Granato
Uno dei romanzi-documento più avvincenti e soprattutto veritieri che io abbia mai letto. Questo libro denuncia a voce alta, ciò che noi abbiamo sempre pensato, ma che non abbiamo mai avuto il coraggio di affrontare. Nel contempo, avvincente ed intrinseco di emozione; un viaggio mozzafiato che suscita un senso di amarez...

Luigi Polito 
Grazie Nunzia questa sera mi avete regalato uno dei più bei giorni della mia vita.

Nunzia Granato 
Grazie a voi per averci aiutato ad aprire finalmente gli occhi. E come hanno detto oggi, c'è sempre un professore che rimane davvero dentro.. per noi, siete voi quel professore. Auguroni ancora. 

Angela Polito 
buongiorno papà!!! come ti senti oggi?? emozionato, felice? è una sorta di coronazione di un sogno no?? mi dispiace non esserci, avrei tanto voluto! Aspetto tue notizie non appena termina! Un abbraccio grande e in bocca al lupo

Simona De Falco
Prof complimenti, ho iniziato a leggere il libro e devo dire ke lo sto "divorando" letteralmente, scorre veloce e soprattutto la cosa più importante è ke alcuni passi mi emozionano...le farò sapere a fine lettura. Un grosso bacio

Martina De Biase
buonasera prof come sta??? sono molto contenta per il suo libro e grazie al suo intervento letterario potrà rendere noto che la scuola non è fatta solo da un semplice banco che sta di fronte ad una cattedra, ecc..... sicuramente riscuoterà molto successo tra i giovani si sentiranno finalmente compresi e ciò avviene molto poco....ho letto l'anteprima del libro qui su internet...appena potrò farò un acquisto ;)... salve prof e in bocca a lupo per il libro :)

Francesco Minichini 
prof. Polito vi ringrazio del libro con tanto di dedica......un bacioneeeeeeeeee

Valentina D'isanto 
salve prof!..ke dire...il tempo passa ma lei non resta uguale...ma diventa eccezionale!!!....e le persone eccezionali sono quelle ke ti restano nel cuore.......complimenti prof!!!!in bocca al lupo!!!....1 bacio.....valentina

Gabriella Carraturo
Il libro mi è arrivato oggi e ho finito di leggerlo! direi che in queste 120 pagine si legge una gran voglia da parte di pochi di cambiare il verso del mondo partendo dall'istruzione, ma allo stesso tempo una grande indifferenza, disinteresse e vigliaccheria di molti! Chi vi conosce o ha avuto modo di conoscervi avrà sicuramente rivisto il Polito dei pochi che ancora una volta ha avuto il coraggio di smascherare un colosso intoccabile da sempre!!!

???
Al mio prof preferito, auguri e complimenti per il libro speriamo sia uno dei tanti.

Simona
Carissimo professore,corro a scriverle dopo aver letteralmente "divorato" il suo libro. Mi sono emozionata e divertita, è scorrevole, ironico e pungente. I pensieri che ho letto, sono quelli che credo voi abbiate sempre avuto sul modo di fare scuola, sui giovani e finalmente siete riuscito a divulgarli. Certo, devo dire che la scuola descritta nel libro è la scuola dei sogni, ma in fondo, non è detto che i sogni non possano diventare realtà...forse non accadrà oggi, nè domani, ma se iniziassimo a muoverci un po' alla volta, se iniziassimo a farci sentire o almeno ad essere un po' più presenti in questa società, se provassimo a guardare un po' oltre la punta del nostro naso, forse inizieremmo a vivere, perchè spesso ci limitiamo a vegetare. Il più delle volte mi guardo intorno e spesso la tristezza mi assale e pure... sono così giovane, ma non mi piace quello che vedo, quello che sento, troppo dolore, troppe ingiustizie e se davvero potessi andare a vivere sulla luna, come ha fatto Pietro, il protagonista delle lettera del libro, avrei già pronto il biglietto. Anche se solo per poco, il sorriso mi è tornato,leggendo quelle pagine. Mi ha sollevato il pensiero che forse un mondo diverso ci può essere e che ci sono persone come voi che ci credono così tanto da averlo descritto nei minimi particolari... Bè che posso dire di più, invito tutti i ragazzi (e non solo) a leggerlo e a compiere questo viaggio di riflessione. Tenetemi aggiornata sui prossimi appuntamenti.
Con affetto Simona

totta Conte
Ho acquistato il suo libro questa mattina e circa una mezz'ora fà ho terminato di leggerlo. l'ho letto senza interrompere la lettura, perchè l'ho trovato molto interessante ma sopratutto con varie tematiche di attualità che rispecchiano perfettamente le problematiche di noi studenti. "Guardiamo il film della nostra vita senza esserne protagonisti" verso dell'inno degli studenti. E' una crudele realtà che deve essere assolutamente combattuta e sinceramente non conosco la motivazione di tale ostilità nel sapere cose che influiscono e condizionano il nostro futuro!! Non vorrei scivolare nella questione politica, ma anche quella, bisogna dire che aggrava la situazione in maniera non indifferente! "La privatizzazione" delle università! "quando la scuola pubblica è cosa forte e sicura,allora,ma soltanto allora, la scuola privata non è piu un problema" [cit.]la scuola italiana è un vero e proprio disastro! le cause sono molteplici è tutto sistematicamente basato sulla corruzione. Uno studente di oggi sà che per ricevere un buon voto universitario deve "morire sui libri" e un altro con un cognome conosciuto ha anche la lode senza emettere alcun suono. Questo aspetto della società impaurisce gli studenti, anche quelli con idee precise sul proprio futuro che si trovano spaesati completamente con il timore di laureati ISTRUITI e non poter accedere al mondo lavorativo che spalanca le porte a "parenti e amici".La questione della "scuola -prigione" mi ha lasciata un po' perplessa, mi spiego: è una realtà che fortunatamente non mi appartiene ma che indubbiamente esiste, la troppa severità, il carattere poco socievole, costruisce un muro indistruggibile tra insegnanti e allievi. Ma noi studenti come potremo cambiare la situazione? penso una soluzione non ci sia...Posso affermare con certezza che le idee migliori sono quelli degli studenti, che non siamo "vasi da riempire", ma ogniuno di noi ha una propria opinione.proff bellissimo libro davvero.Grazie per aver fatto un primo passo verso un mondo migliore!!

Sara Russomanno
mi piace come scrive, non è nè formale nè informale...riesce a trascinare il lettore in una situazione, come se la stesse vivendo in prima persona e questo credo sia un pregio per chi scrive..

PS: Gigi ho letto il tuo libro mentre ero in visita a mia figlia in spagna; l'inizio mi aveva un po' demoralizzato ma la verità si sa non è quasi mai confortante, soprattutto di questi tempi. mi rafforza ancora di più nell'idea che dalla scuola deve ripartire una società che sta rischiando la totale decadenza, senza investimenti in quel campo e senza un cambio di rotta, radicale e necessario, non potremo che assistere desolati alla nostra rovina. i ragazzi devono però avere il coraggio di crederci, più e meglio di quanto riusciamo a fare noi, che nonostante i discorsi pessimisti coviamo ancora nel cuore la speranza di un cambiamento. grazie a te e ai tuoi ragazzi! ho pensato che il tuo libro diventerà uno dei libri di scambio, che si lasciano nei bar e che la gente che vuole li prende, li legge e poi li riporta affinchè altri ne possano usufruire, che dici??

Serena
Penso che "il banco sopra la cattedra" sia un libro interessante. Infatti, questo libro è stato scritto dal mio professore, da ciò che ho letto posso affermare che è senza alcun dubbio interessante. Ma il piacere più grande l'avrete quando inizierete a leggere in primo rigo perchè attrae sia i giovani che gli adulti, trattando argomenti di tutti i tempi, nonchè d'attualità!! Spero abbia sempre di più la fama che merita!!!

Giusy Merro,Federica Rapuano,Deborah Desiderio
Caro prof,siamo le alunne Giusy Merro,Deborah Desiderio & Federica Rapuano. Abbiamo letto "Il banco sopra la cattedra", e ha suscitato in noi molto interesse, perchè parla di temi a noi molto vicini. E'particolamente emozionante perchè è uno stimolo per noi giovani per andare avanti e sperare che la socità migliori, nonostante gli ostacoli, le ingiustizie che avvengono frequentemente. Pensiamo che il vostro libro non sia solo un pezzo di carta stampato ma la voglia di esprimere tutta la verità senza alcun timore. Un grande augurio per questo libro e siamo sicure che continuerà ad avere un grande successo. Un bacione dalle vostre alunne della II°C. 

Angela Polito
un libro profondo ma leggero...sorprendentemente sincero seppur con dettagli al limite tra realtà e fantasia..:D

Rita 
è un libro MERAVIGLIOSO!

Ylenia Raspaolo
Professore è fantastico questo libro...ha qualcosa che non so spiegare perchè quando lo leggo è come se ci fosse qualcosa che mi spinge a leggere le altre pagine... è come se fosse una calamita che mi attira sempre di più.Spero che in futuro scriverà altri libri fantastici come questo!

Rita e Lucia
Il libro è stupendo, ha un linguaggio accessibile a tutti, è molto divertente, insegna tante cose, ci descrive un po' il lato della realtà crudele (camorra), secondo me, oltre agli adolescenti, può essere interessante anche per gli adulti... i "racconti" che mi sono piaciuti di più sono: "La Forza Dell'Amore", "Il Sogno Nel Sogno", "Il Professore Perfetto" ... con questo è finito il commento! NOTTEEEEEE VI VOGLIO UN INFINITO DI BENE!!! ♥ da una ragazza che ha gli occhi che parlano e che dicono solo cose belle, ma che in questo periodo soffre molto... NOTTE!!!

Maria Anna Florentino
Ho letto il libro due volte e lo trovo molto realistico e divertente. Concordo con l'autore che la scuola ha bisogno di un cambiamento, soprattutto deve incentivare i giovani alla socializzazione, all'impegno sociale e al rispetto, prima di se stessi e poi del prossimo. Spesso i docenti non danno esempio di ciò, e questo porta ad una rottura con i ragazzi, alquanto deleteria. A cosa serve la memorizzazione di pagine e formule se dentro di noi non lasciano completamente nulla? Mi complimento vivamente con l'autore per i contenuti, trattati in modo semplice ed efficace!

Angela
Ho apprezzato molto questo libro per la chiarezza e la semplicità con cui si racconta, per la passione e l'allegria che trasmette, perchè non ci mente, perchè ci mette in gioco, perchè ci mostra uno spiraglio di cielo più azzurro che mai, perchè nella realtà amara che vivi quotidianamente c'è la forza della speranza che hai regalato a tutti i tuoi lettori e che cerchi di regalare giorno dopo giorno a tutti i tuoi alunni, perchè ci sei tu. sei grande

Maddalena
"Incredibilmente bello, ironico, intelligente ! ;-)"

Vai alla scheda del libro »»»