La Giornata Mondiale delle Donne Rurali

Il 15 ottobre ricorre la Giornata Mondiale della Donna Rurale. L’idea di celebrare questo evento è scaturita a seguito della quarta Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite sulla donna, che si è tenuta a Pechino nel settembre del 1995, con lo scopo di mettere in luce sia il contributo delle donne nella produzione alimentare sia le condizioni di difficoltà in cui spesso sono costrette ad operare.

La giornata è da considerarsi un'occasione concreta per ottenere riconoscimento e sostegno per i molteplici ruoli rivestiti dalle donne rurali, prevalentemente agricoltrici e piccole imprenditrici. Le donne rurali rappresentano più di un quarto della popolazione mondiale. Esse contribuiscono al benessere familiare ed allo sviluppo delle economie rurali.

Vi segnaliamo per celebrare tale data

“ Donne Rurali_economia, ambiente e sostenibilità” edito da edizioni Altravista"   De Castro Mariagrazia

Mariagrazia De Castro, dottore di ricerca in Analisi dei Sistemi Economici e Sociali: Impresa Istituzioni Territorio, economista ambientale, svolge attività di didattica e di ricerca sul rapporto tra sostenibilità e differenze di genere. Ha svolto delle docenze sul ruolo delle donne nel contesto istituzionale, politico e territoriale e presentato, anche in contesti internazionali, delle relazioni sull’impresa rurale al femminile.

La nostra recensione 

La donna ha sempre rivestito un ruolo fondamentale in quello che è sempre stato considerato il settore primario, pilastro delle economie di tutti i tempi. È ben noto infatti il suo ruolo le donne  già dall’epoca arcaica  che con i bambini raccoglievano    erbe, radici e frutti selvatici, invece agli uomini era demandato  il compito di procurare il cibo attraverso battute di caccia in gruppo per animali di grossa taglia; altra attività a cui essi si   dedicavano era la pesca. Con l’evolversi delle epoche e con il passaggio dal nomadismo alla sedentarietà alle donne è stato demandato il compito di “ angelo del focolare”, questo però non implicava solo esclusivamente la cura dei figli ma anche la gestione della “casa” e della sussistenza di base delle famiglie. Infatti erano loro che dovevano occuparsi si tinteggiare le lane per realizzare il vestiario, o conservare i prodotti che sarebbero serviti alla famiglia per passare l’inverno.

Tutto ciò ed altro si trova nel libro “ Donne Rurali_economia, ambiente e sostenibilità” edito da edizioni Altravista, la cui autrice è Mariagrazia De Castro, poliedrica scrittrice, che in questo volume, scritto con passione, oltre che con competenza, ha affrontato il ruolo  della donna nel mondo rurale. Nel terzo capitolo l’autrice tratta della problematica della sicurezza alimentare e del funzione fondamentale svolto dalla biodiversità agronomica, per la tutela e la promozione dei prodotti agroalimentari.

e concludiamo con le parole di Papa Giovanni Paolo 2

Grazie a te, donna-lavoratrice, impegnata in tutti gli ambiti della vita sociale, economica, culturale, artistica, politica, per l'indispensabile contributo che dai all'elaborazione di una cultura capace di coniugare ragione e sentimento, ad una concezione della vita sempre aperta al senso del « mistero », alla edificazione di strutture economiche e politiche più ricche di umanità. … La donna è il complemento dell'uomo, come l'uomo è il complemento della donna: donna e uomo sono tra loro complementari.La femminilità realizza l'« umano » quanto la mascolinità, ma con una modulazione diversa e complementare. …ma affida loro anche la terra come compito, impegnandoli ad amministrarne le risorse con responsabilità

Giovanni Paolo II

frodialimentari | Giovedì 11 ottobre2012

Vedi articolo originale »»»

Vai alla scheda del libro »»»