Edizioni Altravista - L'uomo, la natura e il tempo

Dal bronzo al ferro

Dal bronzo al ferro

Sulla possibile origine anatolica degli Etruschi

AA.VV.

Prezzo di listino: 25,00 €

In offerta: 21,25 €

Libro a stampa | Spedizione in: 1-2 giorni | eBook »
9788895458274 | 2010 | Systema Naturae | 250 | 17x24 cm, brossura
  • Descrizione prodotto
  • Tag
  • Recensioni
  • Aggiungi commento

Dettagli

Il popolamento etrusco in Italia potrebbe avere origine anatolica? Questo nuovo volume di Systema Naturae, Dal bronzo al ferro propone nuove teorie sulla possibile origine anatolica degli Etruschi. È infatti noto che nella fase di transizione dall’età del Bronzo e l’età del Ferro, intorno a 1000 anni a.C., popolazioni diverse dell’Oriente si muovevano nel Mediterraneo alla ricerca di minerali che potessero sostituire con maggiore efficienza il Bronzo, per il quale fra l’altro esistevano difficoltà di reperimento dei due minerali di base: rame e stagno.
L’idea di quest’origine anatolica degli Etruschi covava da tempo nella mente degli antropologi fiorentini e pisani. Negli anni 1991-93, l’allora International Institute for the study of Man aveva promosso un interessante serie di workshops a Firenze e Cortona dal titolo The Etruscan: skeletal biology and their way of life con l’intervento di studiosi italiani e americani, un progetto coordinato dal prof. Brunetto Chiarelli. Fra i partecipanti: G.J. Armelagos, Dip. Antropologia della Florida University, R.S. Corruccini, Dip. di Antropologia della Sououthern Illinois University, L. Donati, dell’istituto di Archeologia dell’Università di Firenze, E. Feruglio e E. Pacciani, delle Soprintendenze Archeologiche di Perugia e Firenze ed altri studiosi italiani e stranieri.
Nei primi anni del 2000, quest’idea ha interessato la Turkish Historical Society di Ankara che, nel Giugno 2007, ha organizzato un interessante congresso internazionale nella città di Bodrum, l’antica Alicarnasso, avviando una cooperazione su queste tematiche con i ricercatori turchi.

Questo volume analizza i processi storici, i collegamenti geografici e il popolamento umano nell'età del ferro, le ipotesi di Erodoto e Dionisio di Alicarnasso sulle origini degli Etruschi, la religione, la lingua e la cultura scritta di questo popolo, le specie vegetali coltivate in Etruria, le tecniche di fusione del ferro e la posizione delle donne nella società, senza scordare il dibattito sullo stato attuale delle ricerche antropologiche e bio-antropologiche.


Tag prodotto

Altre persone hanno contrassegnato questo prodotto con questi tag:

Usa gli spazi per tag separati. Usa apostrofi singoli (') per frasi.

I vostri commenti

L'unica cosa corretta, sono i 1000 anni a.c. Recensito da Roberto
Esattamente 1000 anni prima di Cristo, sia in India, che in Cina, ci sono state contemporaneamente 2 lunghissime carestie, che hanno costretto i cinesi della dinastia Xia, ad emigrare nelle americhe (Incas, Maya e Atzechi), portandosi dietro la loro cultura. Mentre per la miriade degli indiani, seguendo la via della seta che passa per la Persia, arrivare fino all'attuale Grecia. Di lì, alcuni tentarono la sortita verso la Puglia. Una parte invece, parte in direzione verso l'Egitto, attuale Tunisia, Algeria e Marocco. Lì si fermano, sicuramente avranno azzardato di attraversare il mare. Una parte attraverserà lo stretto di Gibilterra, e arriverà in Spagna.
Sulla Costa Ionica, (Calabria) e poi Sicilia,di lì partirono sempre lungo la Costa Tirrenica, arrivando nella nella Maremma. Verso il III° secolo, sono ormai ambientati sul territorio. Oltre alla cultura queste popolazioni, hanno portato con loro, la propria storia. (pubblicato il 22/10/2014)
ipotesi già proposta Recensito da stefano
Massimo Pittau aveva già formulato questa ipotesi, inclusa la provenienza comune di Etruschi e Sardi nuragici. Tuttavia, se di origine si tratta, la risposta al quesito non può che venire ormai soltanto da studi e confronti di genetica. (pubblicato il 17/11/2011)
Integrazione multietnicità intercultura Recensito da Pietro
Concordo con la senzazine di noia e di aria asfissiante che si respira nel trovarsi sempre di fronte a questo tipo di problematiche, perchè non ci spostiamo un poco più avanti nella realtà di oggi che è così ricca di spunti per integrazione multietnicità intercultura ed aspetti di convivenza tra popoli e gruppi ed etnie diverse? magari cominciamo dagli zingari ed arriviamo ai nord africani, e cerchiamo di capire da dove vengono e dove andranno,e come possiamo includerli entro un progetto di società futura ove le parti colloquiano si integrano sui medesimi valori condivisi di cittadinanza attiva senza perdere la propria identità culturale il proprio insieme di simboli e valori, la propria visione del mondo... .Saluti Pietro (pubblicato il 16/11/2011)
Luigi Donati Recensito da Formazione e non origine
La posizione di Pallottino, formulata oltre sessanta anni fa e via via aggiornata alla luce dei progressi conoscitivi, è ancora valida nella sostanza. Per gli Etruschi possiamo parlare di formazione, e non di origini, soprattutto se intese nel senso di provenienza. Formazione che si avvale di apporti vari, culturali ed anche etnici provenienti da varie direzioni (centro Europa, Sardegna, Vicino Oriente) compresa l'area egea, dove l'attuale Turchia può aver svolto un certo ruolo. Ma non parliamo di provenienza dalla Turchia. Lo dice un vecchio archeologo come me, che dal lontano 1969, per ragioni di lavoro, frequenta le regioni affacciate sulla costa egea della Turchia, e nonostante le ricerche mirate, non ha mai trovato niente di comparabile con le facies culturali dell'età del Bronzo Finale e del Ferro dell'Etruria. Lo ripeto ancora una volta: niente. Mi sarebbe piaciuto tanto trovarle perché sarebbe stato anche un grande scoop, ma questa è la realtà. Se qualcuno ha degli elementi concreti (e non labili assonanze onomastiche), per favore, li tiri fuori. Altrimenti sono solo chiacchere (che purtroppo hanno un gran successo nei mass media). (pubblicato il 07/11/2011)
e basta con ste origini degli etruschi! Recensito da Giulia
Scusate la polemica di una ex etruscologa , ma sessant'anni fa l'ormai dimenticato ma grandissimo etruscologo Massimo Pallottino parlava di FORMAZIONE del popolo etrusco, non di origine.. e invece nel 2011 siamo ancora alla ricerca della provenienza in blocco del popolo etrusco? (pubblicato il 04/11/2011)

Scrivi la tua recensione

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati

Sfoglia alcune pagine del libro


Indice del volume
Download [PDF 0.5 mb]


Anteprima del libro
Download [PDF 0.7 mb]


Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche